RAGIONGEOGRAFICA - La grande comunità virtuale
Benvenuto! Ecco la comunità meteo e non solo pronta a ripartire con i nowcasting
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Nowcasting valdostano - Primavera 2012
Lun Lug 09, 2012 9:01 pm Da marcol200

» NC Canavese: aprile-maggio 2012
Mer Apr 18, 2012 7:22 pm Da Maurizio

» Tramonto mozzafiato - Ivrea, Lago Sirio 12/03/2012
Dom Apr 08, 2012 3:16 pm Da nevemania

» Nowcasting CANAVESANO / marzo 2012
Mer Mar 21, 2012 5:27 pm Da Maurizio

» NowCasting Marzo 2012
Lun Mar 12, 2012 1:05 pm Da nevemania

» Ondata di gelo - gli effetti
Gio Mar 08, 2012 7:46 pm Da Maurizio

» Nowcasting Canavesano - febbraio 2012
Sab Feb 04, 2012 7:15 pm Da Maurizio

» Nowcasting VdA - febbraio 2012
Sab Feb 04, 2012 7:14 pm Da Maurizio

» Nowcasting Canavese e Valli di Lanzo - Dicembre 2011
Lun Gen 09, 2012 3:03 pm Da Maurizio

» Nowcasting Valle D'aosta - Dicembre 2011
Sab Gen 07, 2012 8:03 pm Da Maurizio

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Gennaio 2018
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Calendario Calendario


Apple sempre più rispettosa dell'ambiente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Apple sempre più rispettosa dell'ambiente

Messaggio Da Maurizio il Mar Ott 06, 2009 12:39 pm

La Stampa

Greenpeace ha pubblicato il consueto rapporto annuale sui maggiori produttori di computer ed elettronica di consumo, e per la prima volta Apple è nella top ten, al nono posto, contro l’undicesimo del 2008, prima di Dell, Acer, HP e anche di Microsoft. Merito dell’impegno della casa di Cupertino nell’eliminazione di componenti nocivi dai propri apparecchi: oggi i prodotti Apple non contengono mercurio, né arsenico né ritardanti di fiamma, e sono in massima parte prodotti con materiali riciclabili. Merito anche di una comunicazione sempre più efficiente, che negli ultimi giorni di è arricchita di una sezione apposita del sito Apple, con tutte le informazioni necessarie per un acquisto e un uso ecocompatibile di Mac, iPod, iPhone (ma il rapporto di Greenpeace non può averne tenuto conto, perché troppo rcente, quindi la posizione in classifica di Apple è destinaata a migliorare).


Così si apprende, ad esempio, che la produzione di elettricità costituisce il 53% delle emissioni di gas a effetto serra totali di tutti i prodotti col marchio Apple. Per questo ogni nuovo Mac rispetta i severi requisiti di riduzione dei consumi stabiliti dalla specifica Energy Star e ogni computer Apple ha ottenuto la più elevata certificazione EPEAT Gold, grazie anche agli alimentatori altamente efficienti per ridurre la quantità di energia dispersa e a trucchetti come quello di Mac OS X rallenta i dischi rigidi, attiva la modalità di stop sul display LED (che offre già consumi ridotti) e distribuisce i task tra i processori centrali e i processori grafici. Mac OS X regola addirittura il processore tra una pressione e l’altra sulla tastiera, risparmiando così milliwatt di energia per ogni lettera digitata. Risultato: l’attuale iMac consuma il 30% di energia in meno quando inattivo rispetto al suo predecessore. Ciò si traduce in una riduzione del 18% per quanto concerne le emissioni di gas a effetto serra su un periodo di quattro anni. La riduzione delle emissioni di anidride carbonica dell’iMac equivale alla quasi totalità delle emissioni generate dalle infrastrutture aziendali Apple in un anno.


Ancora: la produzione incide per il 38%, ma anche qui Jobs e compagni si sono dati da fare, con soluzioni di design che si rivelano anche attente ai problemi dell’ambiente. Lo chassis unibody del MacBook Pro sostituisce decine di singoli componenti con un unico pezzo di alluminio riciclabile, l'attuale iMac 20" usa il 55% in meno di materiale rispetto al predecessore da 15" di prima generazione, per un risparmio di 10.000 tonnellate metriche di materiale per ogni milione di computer iMac venduti. In più, produrre computer di dimensioni ridotte e imballaggi più piccoli significa il 50% di imballaggi in più su ciascun pallet di spedizione, ovvero meno viaggi via mare e aereo. Questo miglioramento consente una riduzione di un volo 747 ogni 32.000 unità spedite (lo scorso trimestre sono stati spediti 1,75 milioni di portatili.)


Poi c’è il riciclaggio: i materiali usati sono altamente riciclabili, e in numerosi Paesi funzionano programmi di smaltimento dei prodotti obsoleti; Cupertino conta di raggiungere un tasso di riciclaggio pari al 50% entro il 2010. Per quanto riguarda le proprie infrastrutture, Apple sta provando infine a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, adottando impianti di illuminazione a basso consumo, sensori di movimento, utilizzo di energie rinnovabili e offerta di alternative di trasporto.


___________________
Meglio un ottimista che ha torto che un pessimista che ha ragione
Albert Einstein
avatar
Maurizio
Fondatore
Fondatore

Numero di messaggi : 8091
Punti : 502031
Valutazione dei messaggi : -41
Data d'iscrizione : 03.04.09
Età : 22
Località : Ivrea, 235 m (TO) - Champoluc, 1572 m (AO)

http://ragiongeografica.unlimitedforum.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum